PETIZIONE POPOLARE CONTRO L’APERTURA DI UNA NUOVA DISCARICA alle Crete di Orvieto


PETIZIONE POPOLARE CONTRO L’APERTURA DI UNA NUOVA DISCARICA


Promossa da CORØ

Amici della Terra, Italia Nostra, Il Ginepro, Altra Città, WWF, Centro di Documentazione Popolare ORVIETO, Acqua PORANO, Accademia Kronos, Amici di Casteldifiori, CISA

I sottoscritti cittadini, firmatari della presente petizione con l’adesione di Cia, Assocommercio, Consorzio del vino, Confagricoltura, Confcommercio, Federalberghi

PREMESSO CHE

–        l’Unione Europea ha stabilito, con la direttiva 99/31/CE, recepita dal D.Lgs. 13 gennaio n. 36, che in discarica debbano finire solo materiali a basso contenuto di carbonio organico e materiali non riciclabili e che le discariche non debbano essere localizzate nei calanchi;

–        la direttiva 2008/98/CE stabilisce una gerarchia in materia di gestione dei rifiuti dando priorità alla prevenzione, alla preparazione per il riutilizzo, al riciclaggio, al recupero di altro tipo e per ultimo allo smaltimento;

–        a livello nazionale con il D.Lgs. 22/97 si è passati a considerare i rifiuti come una risorsa da gestire e valorizzare;

–        oggi lo smaltimento in discarica sta diventando la fase residuale della gestione dei rifiuti.

CONSIDERATO CHE

–        ad Orvieto esiste già una discarica la cui previsione di esaurimento, inizialmente stabilita per il 2018, sarà invece anticipata al il 2011;

–        è stato presentato un progetto di gestione dei rifiuti da soggetto privato che prevede l’ampliamento dell’attuale discarica con sopraelevazione e l’apertura di una nuova discarica con previsioni di conferimenti di rifiuti pari a 130.000 tonnellate/anno fino al 2016 e 100.000 tonnellate/anno fino al 2027;

–        il sito previsto per l’ampliamento della discarica fa parte di un complesso calanchivo di elevato valore paesaggistico e ambientale, ubicato sul versante sud-ovest della valle del Paglia e ben visibile dalla Rupe di Orvieto che, per le sue caratteristiche ambientali e monumentali, è stata recentemente proposta come sito di interesse per l’UNESCO;

DICONO:

1. NO ALL’AMPLIAMENTO DELLA DISCARICA

2. SI’ ALLA TRASFORMAZIONE DEL SITO DELLE CRETE IN UN “PARCO INTERCOMUNALE DEI CALANCHI”

3. SI’ AD UN PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA CON RICICLO DI OLTRE L’80%


Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: