CONFERENZA STAMPA – Presentazione della petizione popolare contro l’ampliamento della discarica “Le Crete” di Orvieto

Oggi 16 ottobre alle ore 11.30 si è tenuta la conferenza stampa presso il bar Montanucci per presentare la petizione popolare contro l’ampliamento della discarica Le Crete.

 

Cliccando qui è possibile scaricare le slides di presentazione della conferenza stampa illustrate da Amici della Terra

Sui rifiuti i cittadini devono dire la loro:

NO ad Orvieto pattumiera dell’Umbria

E’ arrivato il momento che l’amministrazione comunale faccia scelte diverse sulla gestione dei rifiuti per ottenere una migliore tutela dell’ambiente e migliori prestazioni economiche e sociali a vantaggio delle istituzioni, delle imprese e dei cittadini

 

Una petizione popolare contro l’ampliamento della discarica “Le Crete” di Orvieto, perché l’attuale gestione non rispetta le esigenze del territorio, non porta nessun beneficio né economico né sociale per i cittadini, per le istituzioni, per le imprese. La petizione è promossa dalle associazioni Amici della Terra, Accademia Kronos, Acqua Porano, Altra Città, Amici di Castelfiori, Italia Nostra, Il Ginepro, Centro di Documentazione Popolare Orvieto, WWF, Cisa, con l’adesione di Confagricoltura, Confcommercio, Federalberghi, Cia.

Fino ad oggi la nostra discarica ha sopperito alle carenze di una non adeguata gestione dei rifiuti, abbiamo fatto ‘mutuo soccorso’ e preso rifiuti da Spoleto, Milano, Napoli. Attualmente arrivano ad Orvieto rifiuti da fuori regione come ceneri e scorie dagli inceneritori del Lazio. Questa città, con la sua storia, il suo Duomo, le sue eccellenze enologiche il suo meraviglioso paesaggio non può diventare la grande discarica dell’Umbria.” spiega Monica Tommasi, presidente della sezione orvietana dell’associazione Amici della Terra.

“La nostra proposta – continua Monica Tommasi – è di avviare una raccolta differenziata porta a porta che nel giro di due anni porterà ad un riciclo dell’80% dei rifiuti prodotti. Molti comuni italiani l’hanno realizzata con successo. Esistono tecnologie innovative e sistemi di gestione che consentono di procedere verso l’obiettivo di ‘rifiuti zero’, cioè verso l’effettivo reimpiego dei materiali raccolti, riducendo al minimo l’uso delle discariche. Il beneficio per il territorio sarà soprattutto economico, perché saranno avviate nuove imprese, specializzate ad esempio nel recupero e il reimpiego dei materiali. Si tratta di promuovere lo sviluppo di percorsi di recupero che realizzino in aree contenute quanto oggi è organizzato a livello nazionale attraverso consorzi, il Conai ed altri soggetti, riducendo la produzione dei rifiuti con meno spese per i cittadini e per le amministrazioni. Con il vantaggio della creazione di nuovi posti di lavoro.”

I rifiuti sono una risorsa da valorizzare e le associazioni ritengono che debbano essere accettati solo progetti e sistemi che si occupino principalmente di recuperare materiali e di reinserirli nel mercato commerciale, utilizzando al meglio tutti i canali istituzionali già disponibili da anni (consorzi, borsa rifiuti, produzione di materiali nuovi a norma commerciale), lasciando al settore smaltimento rifiuti un ruolo marginale (10-5% dei rifiuti raccolti) e in decrescita nel tempo.

Questo è il testo della petizione:

PETIZIONE POPOLARE CONTRO L’APERTURA DI UNA NUOVA DISCARICA

Amici della Terra,
Italia Nostra,
Il Ginepro,
Altra Città,
WWF,
Centro di Documentazione Popolare ORVIETO,
Acqua PORANO,
Accademia Kronos,
Amici di Casteldifiori
CISA (Comitato Interregionale per la Salvaguardia dell’Alfina)

Al Sindaco di Orvieto
Regione dell’Umbria
Provincia di Terni
Ati4
e p.c al Sindaci dell’Ati4

I sottoscritti cittadini, firmatari della presente petizione


PREMESSO CHE

–        l’Unione Europea ha stabilito, con la direttiva 99/31/CE, recepita dal D.Lgs. 13 gennaio n.36, che in discarica debbano finire solo materiali a basso contenuto di carbonio organico e materiali non riciclabili e che le discariche non devono essere localizzate nei calanchi;

–        la direttiva 2008/98/CE stabilisce una gerarchia in materia di gestione dei rifiuti dando priorità alla prevenzione, alla preparazione per il riutilizzo, al riciclaggio, al recupero di altro tipo e per ultimo allo smaltimento;

–        a livello nazionale con il Dlgs 22/97 si è passati a considerare i rifiuti come una risorsa da gestire e valorizzare;

–         oggi lo smaltimento in discarica sta diventando la fase residuale della gestione dei rifiuti.

CONSIDERATO CHE

–        ad Orvieto esiste gia una discarica la cui previsione di esaurimento, inizialmente stabilita per il 2018, sarà il 2011;

–        è stato presentato un progetto di gestione dei rifiuti da soggetto privato che prevede l’ampliamento dell’attuale discarica con sopraelevazione e  l’ampliamento nel calanco adiacente (apertura di una nuova discarica)  con previsioni di conferimenti di rifiuti pari a 130.000 tonnellate/anno fino al 2016 e 100.000 tonnellate/anno fino al 2027;

–         il sito previsto comprende un complesso calanchivo di elevato valore paesaggistico ambientale trattandosi del versante sud-ovest della valle del Paglia giustapposto alla Rupe di Orvieto e alla Cattedrale, oltre a tutto il complesso dell’insediamento che rappresenta uno dei siti di carattere morfologico, ambientale, paesaggistico, artistico e monumentale più notevoli d’Italia,

DICONO:

1. NO ALL’AMPLIAMENTO DELLA DISCARICA

2. SI ALLA TRASFORMAZIONE DEL SITO DELLE CRETE IN UN “PARCO INTERCOMUNALE DEI CALANCHI”

3. SI AD UN PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA  PORTA A PORTA CON RICICLO DI OLTRE L’80% 

NEI PROSSIMI GIORNI COMUNICHEREMO LE POSTAZIONI ED I LUOGHI DOVE SARA’ POSSIBILE FIRMARE LA PETIZIONE.

 

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: