Gestione dei rifiuti: è guerra tra Comune e associazione

da: Corriere dell’Umbria del 17.06.2008

Sulla delibera che sancisce l’accordo tra amministrazione e Sao il botta e risposta tra Mocio e gli “Amici della terra”.
ORVIETO
17.06.2008

La discarica “Le Crete” Il Tar dovrà esprimere parere sull’atto

(g.a.) Gestione rifiuti: è guerra tra amministrazione comunale e “Amici delle terra”. Sarà il tribunale amministrativo dell’Umbria a decidere, una volta per tutte, se la delibera comunale che ha sancito l’accordo fra Comune e Sao per la gestione della discarica orvietana sia un atto legittimo o meno. L’udienza, come già annunciato dal Corriere, è fissata per il prossimo dicembre, ma intanto sul documento pendono anche altri due esposti: quello alla Corte dei Conti e all’Autorità di vigilanza, ed è ormai pronto quello alla Procura della Repubblica. Dunque, per l’associazione presieduta da Monica Tommasi le vie legali sono tutte aperte e si attendono le decisioni dei giudici. Ad accendere la polemica, però, è stato il sindaco Stefano Mocio, che, nel precisare la notizia del Corriere, si è espresso in questi termini nei confronti della presidente: “Al riguardo, è grande il disappunto per le dichiarazioni non rispondenti al vero che sarebbero state espresse dai responsabili dell’associazione. In tal senso, pertanto, l’amministrazione continuerà a lavorare nel rispetto delle linee di indirizzo che si è data e garantendo, così come ha fatto in questi anni, la massima trasparenza agli atti che porrà in essere”. Di ben altro avviso è la dottoressa Tommasi. “Il Tar – dice – ha ritenuto di affrontare il merito della problematica in un’udienza aperta al pubblico e di emettere in quella sede la sentenza sull’intera vicenda. Il Comune non può non tenere conto che è in corso un procedimento, quindi qualora volesse proseguire nel proprio intento di attuazione totale o parziale della delibera in discussione, tale decisione verrà contestata e impugnata nelle sedi proprie. In relazione alle questioni sollevate, sono stati presentati inoltre esposti alla Procura della Corte dei Conti e all’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici”

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: